PORTALE ECOLOGICO DI TERNI E PROVINCIA


Orti Urbani | Orti Sociali, luoghi di aggregazione sociale, interculturale ed intergenerazionale.

Il progetto Metalmezzadro consiste nella messa in atto della progettazione partecipata, dell’autocostruzione e della gestione di orti, mobili e stabili, da realizzare in contesti urbani.
Negli ultimi anni l'attività dell'orticultura urbana si è diffusa con successo in tutto il mondo occidentale.

Si tratta di una pratica grazie alla quale si sono riscoperti i vantaggi della coltivazione, seppur di un piccolo e limitato appezzamento di terra piuttosto che di un tetto o di un terrazzo.

A fare leva sulla riscoperta e la rivalutazione della attività agricola può in parte considerarsi la crisi economica, per via della quale molte famiglie hanno riscoperto vecchi metodi di approvvigionamento delle dispense, come appunto la coltivazione che, come desumibile, hanno un impatto diverso sul bilancio familiare rispetto, ad esempio, all’acquisto tout court.

Il laboratorio che si svilupperà grazie al progetto Metalmezzadro ha l’obbiettivo, insieme alle questione prettamente produttive ed agricole, di stimolare tutte le caratteristiche collaterali che comportano lo svolgimento dell'attività agricola: come la creazione di spazi che siano fertili per la creazione di tele sociali oltre che per la coltivazione di ortaggi.

 

In breve:

· Creazione di socialità fra individui degli stessi gruppi.

· Creazione di socialità intergenerazionale.

· Creazione di socialità interetnica.

· Trasmissine del know how e didattica.

· Reperimento di materiali di scarto e successivo riuso.

Tutte le strutture utilizzate e realizzate saranno create utilizzando materiali di scarto riadattati e lavorati.

L'intervento si svolgerà in tre fasi:

1. Coinvolgimento dei soggetti interessati

2. Laboratorio di progettazione ed autocostruzione

3. Mantenimento e produzione

Integrazione e partecipazione. Sono questi i due parametri con cui misureremo i risultati ottenuti dal progetto Metalmezzadro. Il successo è per il progetto che proponiamo sinonimo di convivenza, cogestione ed educazione alla pratica agricola urbana attraverso l’illustrazione delle piantumazioni in base alla loro stagionalità e potenzialità di utilizzo, in questo saremo aiutati da figure competenti in materia di agronomia e botanica. Primaria è la valenza sociale, quindi: consideriamo il nostro maggior successo l’integrazione tra diverse etnie e categorie, oltre alla possibilità di formare una conoscenza e una competenza utile alla propria soddisfazione anche nel caso degli individui svantaggiati.
In questo caso è fatto primario il valore didattico della pratica agricola urbana che può rappresentare una importante risorsa.
La mission si traduce in poche parole: arricchimento, socialità e valorizzazione delle differenze attraverso una pratica semplice, ma di grande potenzialità aggregativa.

fonte: Simone Scaccetti in MetalMezzadro

Evento organizzato in Bct --> relazione tra socialità e gli orti urbani mercoledì 19 febbraio 2014.